Dormire bene in primavera: come fare?

Da marzo a maggio ti troverai anche tu ad affrontare una sfida impegnativa: vincere sulla sonnolenza. Come fare? Chi chiamare in soccorso che non siano i medici di Grey’s Anatomy? Te lo racconto io.

L'impossibilità di dormire bene in primavera, quindici minuti di pisolino dopo pranzo che diventano 5 ore, l’occhio da pesce lesso durante la riunione, il ronzio del computer perfetto come ninna nanna, l’autonomia che finisce alle 21. Da marzo a maggio ti troverai anche tu ad affrontare una sfida impegnativa: vincere sulla sonnolenza. Come fare? Chi chiamare in soccorso che non siano i medici di Grey’s Anatomy? Te lo racconto io.

Primavera, l’ora del letargo

In primavera, mentre gli orsi celebrano la fine del letargo, l’animale uomo in letargo… ci torna.
Gli esperti chiamano, infatti, i malesseri associati alla primavera - astenia, spossatezza, sonnolenza, difficoltà di concentrazione - “sindrome da letargo”.
Il motivo è semplice: le maggiori ore di luce, l’aumento della temperatura e il cambio dell’ora stressano il corpo e i suoi ritmi fisiologici più dei politici, e l’adattamento ha – ahimè - i suoi tempi.
In attesa che l’organismo si adatti, anziché stare con le mani in mano, puoi fare molto, ad esempio seguire alcune regole per dormire bene in primavera che ti aiuteranno a tenere gli occhi aperti. Quali?
  1. Bere sempre per mantenere idratato l’organismo. E no, non sto parlando di alcolici, ma di acqua (almeno 1 litro e mezzo al giorno);
  2. Aggiungere sali minerali alla dieta come se piovesse;
  3. Scegliere cibi ricchi di ferro, potassio, calcio e vitamina B tipo il pollo. Questo alimento
  4. fornisce proteine di alto valore biologico, che sono elementi fondamentali per la sintesi dei neurotrasmettitori che partecipano alle reazioni di adattamento allo stress stagionale.
E infine, ultimo ma non per ordine di importanza, devi prenderti cura del tuo riposo:
  1. Cura la qualità dell’aria della camera da letto arieggiandola spesso. Lo dico per te e per me;
  2. Concediti un sonnellino dopo pranzo di 15/20 minuti e vieni ad abbracciarmi;
  3. Comincia a fare yoga o meditazione. Prometto che ti supporterò (nel primo caso) e sarò silenzioso (nel secondo);
  4. Rinnova il materasso scegliendo un modello super certificato e detraibile nel 730. Di chi parlo? Di me, che domande!

  • 1

    SCEGLI LA TAGLIA GIUSTA PER TE

  • 2

    LO RICEVI A CASA TUA SENZA SPESE AGGIUNTIVE

  • 3

    PROVALO IN OGNI SITUAZIONE

  • 4

    100 GIORNI PER SCOPRIRE SE FA PER TE: SODDISFATTO O RIMBORSATO AL 100%

i'm matte

Questo sito fa uso di cookie tecnici e analitici e, previa manifestazione del consenso, cookie di profilazione di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione dell’utente. Per prestare il consenso, premere OK. Per maggiori informazioni o negare il consenso LEGGI DI PIÙ